CONSULENZA MISURA 2 PSR 2014 – 2020 PIEMONTE

CARTA DEI SERVIZI

CHI E’ FINAGRO

Finagro è un consorzio di cooperative agro-alimentari del Piemonte costituito nel 1983 dalle maggiori aziende di tutti i comparti produttivi con sede nel comune di Torino e si rivolge principalmente ad imprenditori ed operatori del settore agricolo.

Il Consorzio, che è retto dai principi della mutualità consortile senza finalità speculative e di lucro, si propone di fornire ai propri soci, tramite la gestione in forma associata, migliori condizioni rispetto a quelle ottenibili sul mercato. A tale scopo il Consorzio fornisce la più ampia gamma di servizi di assistenza tecnico-economica, in ambito di adempimenti normativi, di gestione, di marketing oppure di supporto allo sviluppo aziendale o comunque su ogni possibile ambito di interesse per l’azienda agricola. Dalla sua costituzione ad oggi, il Consorzio è un supporto alle proprie cooperative associate agricole e ai loro associati, diversificando le sue attività in considerazione alle necessità ed alle richieste dei propri soci.

L’attività prominente del Consorzio è sempre stata l’assistenza tecnica regionale alla cooperazione agricola e la formazione professionale maturando una vasta esperienza nel campo della formazione professionale in agricoltura e nella filiera agroalimentare nel suo complesso.

Tra le altre attività dell’oggetto sociale dello statuto di Finagro è preponderante il servizio che da sempre svolge il consorzio in merito alla divulgazione e informazione rivolta agli operatori agricoli del settore. Detta attività è stata finanziata anche attraverso la Misura 111.1.b. del PSR 2007-2013 e la Misura 1.2 del PSR 2014-2020. Invece per quanto attiene l’attività di consulenza aziendale Finagro ha ottenuto il finanziamento con la Misura 114 del PSR 2007-2013.

Le attività di formazione e di consulenza vengono svolte in tutte le provincie del Piemonte.

FINAGRO è dal 2003 Ente di formazione accreditato e riconosciuto presso la Regione Piemonte ed è certificata UNI EN ISO 9001:2015.

I SERVIZI

Finagro ha come scopo quello di supportare le aziende nello sviluppo della propria competitività, attraverso tipologie diverse di servizi: la formazione, la promozione agroalimentare e la consulenza.

Nel servizio di consulenza, con la collaborazione di consulenti qualificati, Finagro supporta l’azienda agricola nell’analisi di progetti di sviluppo aziendale in funzione della specifica richiesta.

Il servizio di consulenza prevede fasi diverse a seconda dello stato in essere dell’azienda agricola e delle sue esigenze:

  • FASE DI AVVIAMENTO: studi di fattibilità, costituzione della Cooperativa agricola, redazione dello Statuto e dei regolamenti – creazione di nuove filiere agricole;
  • FASE OPERATIVA: analisi dei fabbisogni aziendali e proposte risolutive.
  • FASE EVOLUTIVA: analisi dell’andamento, definizione e monitoraggio degli indicatori di processo, sviluppo di piani finanziari e budget, supporto nella ideazione e presentazione di progetti finanziati e innovativi.

In particolare, FINAGRO partecipa alla domanda di finanziamento della Misura 2.1.1 – Sostegno allo scopo di aiutare gli aventi diritto ad avvalersi dei servizi di Consulenza – Utilizzo dei servizi di Consulenza da parte delle aziende del PSR Piemonte 2014-2020.

Il Servizio fornito da FINAGRO è organizzato per garantire adeguata attenzione e supporto agli associati e competenze tecnico-normative rispetto alle esigenze degli stessi.

Il consorzio garantisce l’aggiornamento e la formazione nel tempo delle proprie risorse umane ed adegua periodicamente le proprie risorse tecnologiche per ottenere la massima efficacia nell’erogazione del servizio. La presenza, in un unico soggetto, di competenze così diverse permette di dare la più completa risposta alle problematiche ed esigenze aziendali.

I Consulenti con cui collabora il consorzio sono presenti in tutto il territorio regionale e sono competenti e qualificati per i rispettivi ambiti di consulenza.

Finagro è in continuo cambiamento ed evoluzione ed opera e lavora per migliorare la sua struttura alla ricerca dei migliori risultati in termini di efficienza ed efficacia.

SEDI DI EROGAZIONE DEI SERVIZI

Le sedi di erogazione dei servizi di consulenza sono:

TORINO – Via Livorno 49

ALESSANDRIA – Corso Felice Cavallotti 49

In ognuna di queste sedi è presente un ufficio consulenza, dotato di computer collegato a internet, telefono, fotocopiatrice/stampante, dove è possibile parlare con un operatore per avere informazioni utili.

In tutte le sedi di erogazione del servizio è presente un angolo informativo dove è possibile consultare il materiale predisposto da FINAGRO per la consulenza, in particolare è presente la Carta dei Servizi.

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO – SERVIZI INFORMATICI E NEWSLETTER

Il servizio di consulenza che FINARO offre all’interno della Misura 2 del PSR Piemonte 2014-2020 comprende:

  • Disponibilità, all’interno del sito internet www.consorziofinagro.it, di informazioni generali riguardanti la consulenza, e di un accesso riservato alla singola azienda in cui trovare ulteriori informazioni e lo stato di avanzamento della propria consulenza. Il sito internet è consultabile da dispositivi mobili e con i seguenti browser: Internet Explorer, Mozilla, Firefox, Google Chrome e Safari.
  • Disponibilità dell’App Finagro che contiene informazioni generali sulla consulenza e che da’ la possibilità di accedere, tramite user e password, all’area riservata per consultare lo stato di avanzamento della consulenza.
  • Servizio di Newsletter a cadenza mensile con novità relative alla consulenza e informazioni tecnico-economiche riguardanti: PSR, PAC, normative agricole regionali, nazionali, comunitarie. Lo storico della Newsletter è presente anche nel sito internet.

SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO E COMUNICAZIONE

Il servizio di Consulenza di FINAGRO prevede sia visite aziendali che relazioni da parte del consulente. In particolare, a seconda del tipo di consulenza erogato, viene predisposta almeno una visita aziendale nella prima fase dell’intervento di consulenza, dove il consulente assieme al beneficiario, attraverso una check – list dell’azienda e alla rilevazione delle criticità, procede nello studio e nell’analisi di ogni problematica per la predisposizione della documentazione necessaria ed almeno una seconda visita aziendale in cui il consulente valuta se l’azienda nel frattempo ha recepito i miglioramenti suggeriti dal consulente. Sono previsti documenti di output sia per la prima fase di consulenza che per la seconda. Nel caso di servizio di consulenza specialistica per la riconversione dell’azienda saranno previste tre visite presso l’azienda interessata.

Nello specifico, FINAGRO offre i seguenti Percorsi di consulenza:

PRIORITA’/FA ARGOMENTO DI CONSULENZA SPECIFICA
P 4 – FA 4C GESTIONE OBBLIGATORI E/O DELLA BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE E AMBIENTALI – Gestione delle acque e del suolo [SUOLO E STOCK DI CARBONIO Copertura minima del suolo]
P 5 – FA  5E GESTIONE OBBLIGATORI E/O DELLA BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE E AMBIENTALI – Gestione delle acque e del suolo [Mantenere i livelli di sostanza organica del suolo mediante pratiche adeguate, compreso il divieto di bruciare le stoppie se non per motivi di salute delle piente]
P 4 – FA 4A GESTIONE OBBLIGATORI E/O DELLA BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE E AMBIENTALI – Gestione delle acque e del suolo [Mantenimento degli elementi caratteristici del paesaggio]
P 4 – FA 4A PRATICHE AGRICOLE BENEFICHE PER IL CLIMA E L’AMBIENTE  [Diversificazione delle colture]
P 5 – FA 5E PRATICHE AGRICOLE BENEFICHE PER IL CLIMA E L’AMBIENTE  [Mantenimento dei prati e dei pascoli permanenti]
P 5 – FA 5E PRATICHE AGRICOLE BENEFICHE PER IL CLIMA E L’AMBIENTE  [Istituzione di aree ad interesse ecologico]
P 2 – FA 2A AMMODERNAMENTO DELL’AZIENDA, PERSEGUIMENTO DELLA COMPETITIVITÀ, INTEGRAZIONE DI FILIERA, INNOVAZIONE, ORIENTAMENTO AL MERCATO NONCHÉ PROMOZIONE DELL’IMPRENDITORIALITÀ. [Progetto di sviluppo/trasformazione aziendale]
P 2 – FA 2A AMMODERNAMENTO DELL’AZIENDA, PERSEGUIMENTO DELLA COMPETITIVITÀ, INTEGRAZIONE DI FILIERA, INNOVAZIONE, ORIENTAMENTO AL MERCATO NONCHÉ PROMOZIONE DELL’IMPRENDITORIALITÀ. [Creazione di filiere produttive – Valutazione di fattori aziendali ed extra-aziendali]
P 2 – FA 2A AMMODERNAMENTO DELL’AZIENDA, PERSEGUIMENTO DELLA COMPETITIVITÀ, INTEGRAZIONE DI FILIERA, INNOVAZIONE, ORIENTAMENTO AL MERCATO NONCHÉ PROMOZIONE DELL’IMPRENDITORIALITÀ. [Progetto di valorizzazione della produzione agricola aziendale]
P 2 – FA 2A AMMODERNAMENTO DELL’AZIENDA, PERSEGUIMENTO DELLA COMPETITIVITÀ, INTEGRAZIONE DI FILIERA, INNOVAZIONE, ORIENTAMENTO AL MERCATO NONCHÉ PROMOZIONE DELL’IMPRENDITORIALITÀ. [Progetto di multifunzionalità aziendale (agriturismo, fattorie didattiche, asilo nido in fattoria)]
P 2 – FA 2A NORME DI SICUREZZA SUL LAVORO e LE NORME DI SICUREZZA CONNESSE ALL’IMPRESA [Analisi della situazione aziendale in rapporto alla normativa vigente.]
P 3 – FA 3A Settore III: Benessere degli Animali Tema Principale I: BENESSERE DEGLI ANIMALI.

CGO 11: Direttiva 2008/119/CE del Consiglio, del 18 Dicembre 2008, che stabilisce le norme minime per la protezione dei vitelli.

P 3 – FA 3A Settore II: Sanità Pubblica, Salute degli Animali e delle Piante.Tema Principale I: SICUREZZA ALIMENTARE DELLE PRODUZIONI VEGETALI.

CGO 4: Regolamento (CE) n. 1768/2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 28 Gennaio 2002, che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità Europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare.

P 3 – FA 3A Settore II: Sanità Pubblica, Salute degli Animali e delle Piante.Tema Principale I: SICUREZZA ALIMENTAREDELLAPRODUZIONE DI MANGIMI E ALIMENTI PER GLI ANIMALI.

CGO 4: Regolamento (CE) n. 1768/2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 28 Gennaio 2002, che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità Europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare.

P 3 – FA 3A Settore II: Sanità Pubblica, Salute degli Animali e delle Piante.Tema Principale III: MALATTIE DEGLI ANIMALI.

CGO 9: Regolamento (CE) n. 999/2001 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 Maggio 2001, recante disposizioni per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione di alcune encefalopatie spongiformi trasmissibili. Applicazione del D.M. 2490/2017

 

 

Le modalità di organizzazione delle visite aziendali e il periodo di consulenza più adatti sono gestiti direttamente fra il consulente e l’azienda agricola, sulla base anche del tipo di consulenza erogata.

Al beneficiario della consulenza FINAGRO consegna un accesso riservato (login e password) sia al sito internet che all’applicazione di FINAGRO, al fine di poter consultare lo stato di avanzamento della consulenza.

Per la descrizione più dettagliata dei singoli percorsi di consulenza è possibile consultare le Schede informative allegate.

PRIVACY

FINAGRO gestisce eventuali dati sensibili dei propri associati nel rispetto delle vigenti normative in tema di privacy secondo il D.Lgs 196/03 e il Regolamento EU n. 679/2016 – GDPR.

In particolare, FINAGRO mette a disposizione la propria informativa sul trattamento dei dati personali all’interno del proprio sito www.conosorsiofinagro.it

RECLAMI

Per dare concretezza all’attenzione e soddisfazione dell’associato, presso i diversi punti di erogazione dei servizi di FINAGRO, è disponibile l’apposito modulo con cui l’associato può presentare eventuali reclami.

Il modulo può essere consegnato direttamente ai Consulenti, oppure spedito per posta a FINAGRO Società Cooperativa Agricola – Via Livorno 49 – 10144 Torino o al seguente indirizzo posta elettronica uffcio.tecnico@consorziofinagro.it. Il modulo può essere richiesto agli indirizzi citati.

CONTATTI E INFORMAZIONI UTILI

 

FINAGRO SOC. COOP AGRICOLA

 

Indirizzo: Via Livorno 49 – Torino

 

Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 14:00 alle ore 16:00

 

E-mail: ufficio.tecnico@consorziofinagro.it

 

Telefono: 011.56.60.515 – 331.689.17.04

 

Presidente: Pasqualicchio Flavio

 

Direttore generale: Marasco Gabriella