PROGETTO “CLASSYFARM” PER ALLEVAMENTO SUINI

Entro la fine dell’anno tutti gli allevamenti suinicoli potranno aderire al progetto denominato “ClassyFarm”, nato per categorizzare il rischio degli allevamenti in base al benessere animale. Il progetto è volto in maniera particolare a prevenire il ricorso al taglio della coda, pratica tutt’oggi effettuata in molti allevamenti per evitare fenomeni di morsicature e cannibalismo.

Il sistema di raccolta dati di tipo integrato permetterà di dare una valutazione complessiva dell’allevamento in tutte le aree afferenti la salute e il benessere animale (farmaco veterinario e biosicurezza compresi). Il risultato sarà la creazione di un indicatore numerico di rischio utile alle ASL per programmare ed eventualmente ridurre i controlli negli allevamenti migliori.

L’utilità di questo sistema ha riflessi anche per l’allevatore, che potrà verificare i punti di forza o debolezza dell’azienda.

L’obiettivo è quello di premiare gli allevamenti più virtuosi, con la possibilità di riconoscere certificazioni di qualità.

Entro la fine dell’anno gli allevatori aderenti dovranno delegare il proprio veterinario (l’unico autorizzato a inserire i dati necessari, l’allevatore può solo visualizzarli) a redigere la check-list per verificare se sono soddisfatte le condizioni minime per i gruppi di fattori di rischio (materiali manipolabili, alimenti, salute, densità, qualità aria in stalla).

L’adesione a questo progetto non è obbligatoria, ma è un metodo per misurare l’intenzione e la capacità dell’allevatore di apportare tutte le migliorie necessarie al proprio allevamento.

SHARE