APICOLTURA, APERTI I BANDI SULLE MISURE A6 (ATTREZZATURE) E C2.2 (ATTREZZATURE PER IL NOMADISMO)

Con il Programma regionale di attuazione del Reg. (UE) n. 1308/2013 la Regione ha attivato le Misure A6 (attrezzature) e C2.2 (attrezzature per il nomadismo) per favorire la crescita delle aziende apistiche operanti in Piemonte. Le misure finanziabili riguardano attrezzature per la conduzione dell’apiario, per la lavorazione, il confezionamento e la conservazione dei prodotti dell’apicoltura, nonché macchine, attrezzature e materiali vari specifici per l’esercizio del nomadismo.

Ai fini di un suo uso ottimale, il contributo complessivo di € 194.497,43 è oggetto di un bando unico regionale e le risorse finanziarie disponibili saranno assegnate secondo l’ordine della graduatoria e indipendentemente dalla loro allocazione nella singola misura.

  1. Beneficiari

Possono accedere alla concessione dei contributi per le Misure A6 e C2.2 gli apicoltori singoli o associati con sede legale in Piemonte in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere presentato denuncia annuale di possesso alveari per l’anno 2018 attraverso la registrazione sull’anagrafe apistica nazionale;
  • essere in possesso di partita IVA per attività apistica od agricola alla data di presentazione della domanda;
  • essere iscritto al registro delle imprese della Camera di Commercio;
  • condurre almeno 52 alveari, rilevati dall’ultimo censimento apistico nazionale;
  • avere costituito il fascicolo aziendale presso un CAA con regolare mandato prima della presentazione della domanda;
  • avere la disponibilità di locali di lavorazione dei prodotti dell’alveare (smielatura) in regola con le norme igienico-sanitarie se di proprietà, o in alternativa dimostrare di operare in ambienti in regola con le norme igienico-sanitarie se di terzi.
  1. Modalità di presentazione delle domande

Le domande devono essere presentate, tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo PEC: produzioni.agricole@cert.regione.piemonte.it, fino alle ore 23:59 del 15 gennaio 2019, utilizzando il modello predisposto da AGEA con codice a barre (scaricabile dal sito del SIAN, area pubblica)

Tale modello, deve essere completato con la documentazione richiesta dal bando e con le dichiarazioni utili al fine dell’assegnazione del punteggio (modello in calce al bando). La domanda deve essere firmata dal richiedente e deve essere accompagnata da copia di documento di identità in corso di validità e tre preventivi di spesa.

Per maggiori informazioni, vedere la D.D. 26 luglio 2018, n. 796