martedì, Ottobre 19, 2021
HomeNewsBiodiversità 4ABIODIVERSITA’ VEGETALE AGRARIA E ORTIVA DEL PIEMONTE

BIODIVERSITA’ VEGETALE AGRARIA E ORTIVA DEL PIEMONTE

Numerosi sono i piani di conservazione adottati dalla Regione Piemonte per la difesa e la conservazione di varietà locali di cereali, fiori, frutta, ortaggi e vite.

Le “varietà da conservazione” sono varietà, popolazioni, ecotipi, cloni e cultivar di specie di piante agrarie ed ortive autoctone o non autoctone (purché integratesi negli agroecosistemi locali e regionali), minacciate da erosione genetica, coltivate sul territorio o conservate presso orti botanici, istituti sperimentali o di ricerca e banche del germoplasma, interessanti da un punto di vista genetico, paesaggistico, economico e colturale.

Il Mipaaf, nel tentativo di salvaguardare la diversità genomica delle specie vegetali, ha recentemente approvato una serie di norme finalizzate all’istituzione della sezione “varietà da conservazione” all’interno del Registro nazionale delle varietà di specie agrarie ed ortive. L’iscrizione può avvenire da parte di Enti o singoli cittadini previa approvazione della Regione.

Allo stato attuale sono presenti 9 varietà di ortive: peperone di Cuneo, peperone quadrato di Carmagnola, peperone corno di Carmagnola, porro lungo di Cervere, card gobbo di Nizza Monferrato, sedano dorato Rissone, pisello quarantin di Casalborgone, asparago santenese e fagiolo bianco di Bagnasco.

I 7 ecotipi di mais iscritti sono: nostrano dell’isola di Quincinetto, Ostenga del Canavese, Pignoletto Giallo. Pignoletto del Canavese, Ottofile Bianco, Ottofile Giallo di Torino e Ottofile Rosso.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments